Blog: http://girmi2.ilcannocchiale.it

NO AL BAVAGLIO LITIGHI IN SVISTA GUIDO LITIGA CON GUIDO ARCI CAMALLI

G:SON IO IL MEGLIO......

G.A.:NO ZITTO SON IO......

G: TI IMBAVAGLIO GUIDO ARCI CAMALLI.....

G:A: ARRIVI TARDI CARO GUIDO.... IL BAVAGLIO TRA POCO ARRIVA

G: TE LO DO IO IL BAVAGLIO... TI INVENTI DI DEBITI.. MI DEVI UN CALZINO.....


L:LO TROVATO IO NEL FRIGO IO... PERò MIRACCOMANDO

G:ZITTA TE... CHE SEI UNA DONNA DI SPHALMAN... GUIDO ARCI CAMALLI MO VEDI HIHI

G.A.: CHE VUOI BOTTE... TI ASPETTO ALLE GROTTE... HIHI



FANS: SE NO BECCO GUIDO ARCI CAMALLI O FACCIO FUORI.... LO MASSO... LO MASSO..

G: NO è COMPITO MIO CAPITOOOOOOOO METTETEVI IN FILA ... IL NUMERO AL ASL....

G.A. : E PRENDIMI HIHI...



GRANDINE:TI GRANDINO PIOGGIA..... CAPITOOOO

G:ZITTA GRANDINE... LO DEVO MENA....

G.A.: MA IO ... NO NO LE BOTTE NO.. MI DIFENDERà SUPER GIOVANE

ECCOVI IL TESTO

Come e' noto il nemico n. 1 dei giovani e' il governo, alleato coi matusa per impedire ai giovani di essere tali. I pochi giovani che osano opporsi al governo fanno una brutta fine: vengono ibernati fino alla maggiore eta' dopodiché disibernati ma allora e' troppo tardi: infatti a quel punto non sono piu' giovani. Ma un bel giorno i giovani vengono vendicati da un nuovo supereroe - Supergiovane - che da' la caccia al governo con armi progettate da un pool di tecnici balistici giovani (miccette, raudi, bombette puzzolenti, gavettoni, jaguarmatic, sbiancate, l'allegro chirurgo, il piccolo chimico etc.) fino ad affrontarlo nello scontro finale. Ci sono pero' anche le armi incruente (si tratta comunque di armi giovani) che sono la sua vera forza: la simpatia, l'umorismo, la gioia di vivere e l'argento vivo addosso. Un'arma terribile, usata solo quando non se ne puo' fare a meno, e' "Figlio di puttana": se pronunciata all'indirizzo del governo, lo fa piangere (a volte il governo cerca di difendersi con "Lascia stare mia madre", ma non funziona). La sua tattica mimetica consiste nel nascondersi sotto il tavolo del governo e coprirsi gli occhi (a volte con la frangia di capelli ossigenati). Il governo - genralmente - cerca di fermarlo scatenandogli contro un'avanguardia di matusa rimproveratori e di secchioni. L'unica sostanza pericolosa per SG e' la minestra, che il governo riesce a propinargli attraverso una mamma al soldo dei matusa ma infiltrata nell'entourage di SG. Il veicolo di SG e' un motorino elaborato Pinasco con marmitta a espansione, cilindrata non dichiarata, stereo, cartolina tenuta con la molletta fra i raggi per fare crrr, ma privo della ruota davanti (la quale costituisce un peso inutile dato che SG e' in impennata perenne). Una stecca di marlboro sotto la manica della maglietta a maniche corte arrotolate costituisce un ulteriore elemento distintivo e intimidatorio.




[Supergiovane-Mangoni grida:]
Argento vivo, sbiancate, figu, oklahoma, sigarette, puttano, paciugo, garelli, smarmittare, figa, figa pelosa, figlio di puttana, porco diesel ...

[Il matusa Diego Abatantuono risponde:]
Ma ragazzi, io lavoro tutto il giorno, tiro il carrello, scarico la frutta dentro nel verziere... mi arriva il primo fesso con la moto a scureggietta e mi sveglia!

Chi e' quel giovanotto indisponente con la Vespa scoppiettante che disturba la mia pubblica quiete? Vedo un quacchecosa sul giubbotto, poi c'e' scritto che c'e' scritto? SG. Chevvordi' ? Che e' , Sandro Giacobbe? Impossibile, Sandro non ha lo spessore; e poi c' ha il mantellino, minimo dev'essere, che so, un illusionista, un contorsionista. No, ma e' un supereroe.

[Mangoni]
L' hai detto, matusa. Sono Supergiovane.

[Abatantuono]
Eh, ma ditele prima le cose, no?

[Elio]
Sfreccia, impenna, esclama porco dito, io rimango abbrustolito dalle fiamme espulse dalla petomarmitta : motociclo o motocarrozzetta, sgomma inchioda va a manetta, fa cagare addosso i matusa e il governo. Lui le stordisce con le fiale puzzolenti, poi li subissa di cingomma nei capelli e li finisce sputazzando il riso colla penna Bic.

Mi piace quel ragazzo . Perche'? Sto diventando forse ricchione? Ma ditemi in sostanza se c'e' qualcuno che affronti il governo e i matusa con grinta e simpatica verve come quel matto di Supergiovane. Supergiovane.

Subdolo il governo si avvicina travestito da piscina traboccante di analcolico biondo . Il giovane si tuffa nella vasca come un vero Giamburrasca, ma a contatto con il liquido esclama " Ma vaffancuore questo e' il terribile analcolico moro . Aiuto Supergiovane!"

Scatta Supergiovane e derapa soccorrendo il Catopel il Canopeta il Capotel il Catop Catoblepa Catoblepa . Supergiovane derapa soccorrendo il Catoblepa, che purtroppo sta tirando le cuoia. "Addio Supergiovane. Per me ormai e' finita" "No!" "L'analcolico moro e' entrato in circolo" "Non dire cosi' amico catoblepa. ecco, prendi questo!" "No, ma... cosa...?" "Ah" "Ah" "Sss" "Ah h h " "Ah... Catoblepa?! Catoblepa. No. Assassini. No. Governo bastardo."

Catoblepa catoblepa, io ti dono le mie Tepa per il viaggio che conduce all'aldila' . catoblepa, catoblepa, catoblepa, catoblepa. Catoblepa, tu mio amico morto, io vendicherotti, tu. E Supergiovane da' fuoco a uno spinello col quale affumica il governo, che, all'istante, passa all'uso di eroina e muore pieno di overdose .

Mi piace quel ragazzo. Perche'? Sto diventando forse ricchione? Ma ditemi in sostanza se c'e' qualcuno che affronti il governo e i matusa con grinta e simpatica verve come quel matto di Supergiovane ,Supergiovane .

In un tripudio di miccette il governo esplode e i suoi brandelli in cielo compongono la scritta ZIO CANTANTE, che sta a significare lo scorno dei matusa mentre i giovani limonano felici esaminando giornali tipo Lando , che ritornano alla luce dopo un'era di arbitrario oscuramento, grazie al provvido intervento che opero' quel sacramento di Supergiovane. Supergiovane, Supergiovane salva il giovane, libera la giovane. Super, Super, Supergiovane.

Cantiamo insieme la nostra gratitudine - gratitudine- a questo raro esempio di -rettitudine- perche' siamo una -moltitudine- . Super -super-, super -super-, Supergiovane. E ora cantiamo la nostra -longitudine- , latitudine -latitudine- Cosa c'e' nel mare? -La torpedine- . Cosa c'e' in Friuli? -Trieste ed Udine- . Bravi. -Grazie-. Prego. -Bravo-. Grazie. -Tenchius-. Tenchius. -Fenchius-. Fenchius. -Tenchius supermuch!-

E non e' finita: per festeggiare, offro cocacola con l'aspirina a tutti. -Yeah-. E fra dieci minuti voglio vedervi tutti in acido. -Yeah- . E ricordatevi: ovunque ci sia un giovane in difficolta' ovunque ci siano persone, cose, animali, citta' , fiumi, fiori, governi, marche di automobili che cerchino di limitare la vostra gioventu', la ci sara' lui con le sue miccette sempre accese. Perche' Supergiovane e' allegria piu', Bulgaria piu' , sciatalgia piu' piu' piu' .

Fave, fave, fave fuca .

E' allegria , e' simpatia, e' sciatalgia.

Siamo forse secchioni? -No- . Siamo forse matusa? -No- . Siamo forse governi? -No-. Siamo forse checchineris? -No-. Siamo forse bulicci? -No-. Iarrusi? Buhi? Puppi? Posapiano? Orecchioni? Mangiatori di fave? Orrendi? Rammedati? Giui'sci? Meiu'si? Magutti? Fende'ri? Finestrati? Oietti? Samanettati? Rauti'ti? Semeiu'ti? Aperitaviti? Aperitivi? -Si-.

[segue messaggio lasciato nella segreteria telefonica di Rocko Tanica]:
[Rocko Tanica]
Salve, lasciate se volete un messaggio dopo il beep:
[Voce femminile]
"Voglio avvisarvi che le ragazze di Bologna che domani verranno a Milano sono tutte minorenni, percio' non vorrei che ti trovassi qualche sorpresa. Rego'..regolati ."


FONTE

Supergiovane Testo Elio e Le Storie Tese




DAJE ELIO E LE STORIE TESE... QUINDI LUI MI DIFENDE....

G: ED TI..... CONTINUA...

NO AL BAVAGLIO IN RETE

INTERCETTAZIONI

Blogger, veglia e catena umana
è la protesta contro il bavaglio

In piazza contro il comma che impone l'obbligo di rettifica anche per i titolari di un blog. Dopo la notte davanti al Parlamento, si manifesterà per tutta la giornata. Perché quella prevista dal Decreto Alfano è una disposizione "semplicemente insostenibile"

di CARMINE SAVIANO

ROMA - La notte dei blogger. In veglia all'esterno del Parlamento per dire no al bavaglio che il ddl intercettazioni mette alla Rete. Una protesta 1che prende di mira il comma 29 del Decreto Alfano, la norma che impone l'obbligo di rettifica - entro 48 ore - anche per i titolari di un blog. Una disposizione ritenuta "semplicemente insostenibile". E contro la quale si manifesterà per tutta la giornata. L'appuntamento principale è alle 17 in piazza Montecitorio a Roma. E nelle ultime ore, la maggioranza concede uno spiraglio. Giulia Bongiorno, presidente della Commissione Giustizia della Camera, annuncia possibili ripensamenti del governo. E lo stesso Berlusconi parla dell'ipotesi di un ritiro 2 definitivo della legge.

La mobilitazione è nata da un appello dei blogger e da Valigia Blu. 3Che Repubblica.it invita a firmare. 4

Tra gli animatori della giornata ci sarà il Popolo Viola, che ha proposto una catena umana all'esterno della Camera dei Deputati. Una protesta che, nelle intenzioni dei promotori, incrocia anche altre temi. "L'iniziativa, che si svolgerà dalle 18.30, vuole essere di supporto e sostegno a tutti quei lavoratori che verranno messi in ginocchio dall'attuale manovra finanziaria a partire già da settembre". Per i rappresentati del Popolo Viola, "il ddl intercettazioni è una legge inemendabile, perché intralcia le indagini dei giudici, mina alla sicurezza di tutti noi cittadini e vìola il diritto ad una libera e trasparente informazione, base di uno Stato democratico".

Tra le tante proposte anche quella di "Libertà è partecipazione", il gruppo che ha raccolto oltre 350mila sottoscrizioni all'appello firmato da Stefano Rodotà sulla libertà d'informazione. I promotori del gruppo scrivono sul loro profilo Facebook: "Tutti gli aderenti all'appello domani, al bar, in spiaggia, in bus, in metro, dovrebbero mettere sul petto un foglio con su scritto "Diritto all'informazione. Diritto alla Legalità. No alla Legge Bavaglio".

La battaglia dei blogger. Nelle ultime tre settimane hanno usato l'unica arma a loro disposizione: un martellante e continuo tam tam fatto di post e di articoli lincati sui social network. E oggi tutta la blogosfera italiana sembra in attesa delle decisioni del Parlamento. Ci sono toni apocalittici: "Chiuderemo tutti". Ma, soprattutto, tante richieste affinché il Parlamento decida ispirandosi al buon senso: "C'è una differenza tra blog e testate giornalistiche", il commento più ricorrente. E le richieste dei blogger hanno ricevuto consistenti appoggi dalle forze politiche di opposizione.

E nelle ultime ore l'appello che i blogger hanno inviato a Gianfranco Fini, ha raccolto oltre 10mila adesioni. Ecco una parte del testo: "Esigere che un blogger proceda alla rettifica entro 48 ore dalla richiesta sotto pena di una sanzione fino a 12.500 mila euro, infatti, significa dissuaderlo dall'occuparsi di temi suscettibili di urtare la sensibilità dei poteri economici e politici. L'accesso alla Rete, in centinaia di Paesi al mondo, si avvia a divenire un diritto fondamentale dell'uomo, non possiamo lasciare che, proprio nel nostro Paese, i cittadini siano costretti a rinunciarvi". E Corradino Mineo, dell'Associazione Articolo 21, commenta: "Così facendo torneremmo indietro di oltre un secolo e mezzo, allo Statuto albertino che sanciva la libertà di stampa ma stabiliva al contempo una punizione per gli eventuali abusi".

(28 luglio 2010)

FONTE


è la protesta contro il bavaglio? -

ANDATE A CIAN SERBO 2010


Pubblicato il 29/7/2010 alle 14.2 nella rubrica diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web