.
Annunci online

girmi2
giovane. impiccione.risucciato.ma,imperiese 2
 
 
7 novembre 2009
guido arci camalli di ritorno dal abruzzo...... censura nooooo noooo
c:guido  arci camalli appena tornato sei?

g:si si

c:conosci le regole , niente censura

g:ok capisco

s:ma son valide fino al 31 novembre

g:ah capisco

e dopo?

f:ti levano direttamante il blog a colpi di mortaio
ma chi stavolta?


alzalatesta

http://networkedblogs.com/p16904696

g:ma di nuovo ma nuuuuu

vabbè metto due foto ops onna




c:ma non è che dan fastidio queste foto?

g:TRANQUILLO ORMAI NON SE NE PARLA PIù



c:ma fare le foto solo a onna è facile

g:vero vero



g:toh questo è tione

c:ma guarda guarda appena ricostruita

g:già è vero




c:e ora che fanno?

g:tagliano il nastro delle promesse mancate

c:quali? 

g: quelle della solidarietà

c: ssss zitto se no di censurano zitto zitto




c:ma è tuo il furgone

g:no no è di tione ormai, io volevo prenderlo con i punti del dixan

c:davvero?

g: grandeeeee tione




comunque tione è un bel paese

si mi è piaciuto molto


http://cnt.rm.ingv.it/earthquakes_map.php


clicca qui c'è la mappa aggiornata dei terremoti

"beh che dire della mia esperienza in abruzzo, prima di fare un dialogo ci penso molto, col terremoto ho fatto parlare il mio cervello, in un tempo pieno di censure, sperare in una caduta di un altro muro sia giusto.

ma torniamo al abbruzzo, a mente fredda e lucida, girando per la mia città posso dire che io mi sento fortunato ad avere un letto e  non vivere con la valigia sempre pronta.
chiaro si parla sempre di tione e l'abruzzo e l'aquila per il terremoto ultimamente
onna non so come era prima ma mi immagino sia stata una ridente città che viveva i suoi problemi
quotidiani legati a quella zona.
solidarietà che vuol dire?
continuare ad sperare che si possa costruire con le moderne tecnologie
sperare che vuol dire?
non girarsi dal altra parte quando si parla del abruzzo dire è tutto risolto
la non è tutto risolto anzi è tutto da costruire
quindi spero non ci si dimentichi del abruzzo ne di onna ne di tione ne del acquila


In questa sezione di Moebius vi proponiamo un approfondimento sulle tecnologie e i sistemi per la costruzione di edifici e strutture resistenti ai terremoti

Prima la sicurezza poi le forme...
Nelle aree geografiche ad alto rischio sismico c'è un criterio di fondo che deve essere utilizzato nella costruzione degli edifici: il progettista con competenze antisismiche - competenze che non possono avere tutti i costruttori - deve dettare alcune specifiche fondamentali per l'edificio che si vuole costruire, e solo in seguito un architetto può disegnare forme e strutture con un lavoro, quindi, che "riveste", possiamo usare questa espressione, le norme di antisismicità. Questo ci dicono gli esperti di costruzioni che possono resistere ai terremoti. Guido Magenes, professore associato di Tecniche delle Costruzioni all'Università di Pavia, è uno di loro. E' anche responsabile della Sezione Murature e Monumenti di Eucentre, un centro di ricerca e formazione in Ingegneria Sismica che opera in Italia e a livello europeo.


Un prototipo riuscito
CASA SOFIE: la casa del futuro, di legno, ma ignifuga e antsismica

Si chiama Sofie (Sistema Costruttivo Fiemme) la casa - di legno, questo il dato da sottolineare - che resiste ai terremoti. E' un prototipo messo a punto da Ivalsa-Cnr insieme alla Provincia di Trento e testato con successo un anno fa in Giappone.
Moebius ha intervistato i ricercatori che hanno sviluppato il progetto.
La conferma viene dai laboratori dell'Istituto nazionale di ricerca sulla prevenzione disastri (Nied) di Miki, in Giappone, dove alla fine del 2007 una casa di legno di sette piani e 24 metri di altezza realizzata dall'Istituto per la valorizzazione del legno e delle specie arboree del Consiglio nazionale delle ricerche (Ivalsa-Cnr) di San Michele all'Adige (Trento) ha resistito con successo al test antisismico considerato il più distruttivo per le opere civili: la simulazione del terremoto di Kobe (magnitudo 7,2 sulla scala Richter), che nel 1995 provocò la morte di oltre seimila persone.
Mai prima al mondo una struttura interamente di legno e di tali dimensioni aveva resistito a una simile forza d'urto. Il test è il risultato finale di studi e ricerche durate cinque anni che hanno individuato nella combinazione di materiali e connessioni meccaniche del prodotto "Sofie" la tecnica costruttiva ideale contro i terremoti. Si tratta di un sistema (detto anche X-Lam, Cross Laminated Timber) ideato una decina d'anni fa in Germania ma sviluppato e perfezionato in Italia, che si basa sull'utilizzo di pannelli lamellari di legno massiccio di spessore variabile dai 5 ai 30 centimetri incollati a strati incrociati.


il resto lo trovate su questo link


http://www.moebiusonline.eu/multiscienza/edifici_sisma.shtml


un altra censura ma uffi non si fà più a tempo a parlare che già ti censurano, ma come si fà uffi, uffi

poi la gente a paura di parlare se no la mettono in gabbia, cavoli ma come si fà:

d:te lo dico io amico guido arci camalli che ora parli di nuovo

g: dimmi dimmi

d:dovresti andare sul porto di oneglia e urlare a tutta imperia.......

 e urlare GELATI GELATI FRESCHI GELATI GELATI FRESCHI

g:in inverno?

g:e certo cavoli

c:ma imperia parla parla ancora?

g:mah deve pagare i contributi al inps, alla siae, alla cisl, uil, cigl

c:ah capisco.

g:ma come recita la costituzione libertà di parola ed espressione?

c:sss zitto solo quella è quella cubana

g:davvero si si

ma domani cade un muro?

c:no no domani non c'è proprio il muro che divide libertà di parola da censura

b:cribbio cribbio












permalink | inviato da girmi il 7/11/2009 alle 18:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sfoglia
ottobre        dicembre
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Feed
blog letto 156388 volte